Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Meteo, arriva il vero inverno: crollano le temperature, gelo e neve anche a basse quote

meteo inverno

Era stato già annunciato e ora viene ribadito: è in arrivo il primo weekend di freddo vero. Lo conferma Edoardo Ferrara, meteorologo di 3bmeteo.com: "Nel fine settimana prima irruzione di aria artica anche sull'Italia. Un lobo del vortice polare andrà infatti posizionandosi sulla Scandinavia e piloterà masse d'aria molto fredda direttamente dall'Artico fin verso il cuore dell'Europa ma anche sulla nostra Penisola, sebbene in parte smorzata. Secondo le ultime analisi ci attendiamo rovesci sparsi in particolare lungo il versante adriatico dalla Romagna alla Puglia e in generale al Sud e Sicilia, localmente anche a sfondo temporalesco. Le temperature saranno in tracollo talora di oltre 8-10°C, portandosi sotto le medie del periodo, fatto che favorirà probabilmente anche locali episodi di grandine, ma soprattutto l'arrivo della neve a quote medio-basse, a tratti non esclusa anche fin sotto i 600-700m di quota". "Il tutto - spiega ancora Ferrara - sarà accompagnato da venti talora burrascosi di Tramontana e Grecale con raffiche di oltre 70-80km/h e mari agitati".
Buona parte del nord e del medio versante tirrenico rimarranno sostanzialmente a secco con anzi sole prevalente, ma clima comunque rigido con forti gelate notturne in montagna ma possibili anche in pianura. Ma il fenomeno non si limiterà solo al finesettimana. "Almeno fino ai primi giorni di dicembre - aggiunge ancora Ferrara - l'Europa rimarrà sede di una vasta circolazione ciclonica a carattere freddo, che coinvolgerà anche l'Italia. Avremo dunque nuove fasi di maltempo soprattutto al Centrosud con rovesci, temporali e nevicate in Appennino anche a quote medio-basse su quello centro-settentrionale, il tutto in un contesto climatico spesso invernale. Tuttavia anche il Nord potrebbe venire periodicamente coinvolto dalle precipitazioni, che stante le basse temperature risulterebbero nevose a quote molto basse. Non sono dunque da escludersi soprese bianche, ma si tratta di una linea di tendenza estremamente delicata e che data la distanza temporale richiederà ulteriori analisi e conferme".