Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Giorgione e Call of Duty insieme per il lancio del nuovo videogioco. Utenti impazziscono sui social

giorgione call of duty

Giorgione fa impazzire il web e i fan di Call of Duty. L'amato oste e personaggio televisivo di Gambero Rosso è finito al centro dei riflettori per un'inedita collaborazione che ha sorpreso tutti. Questa volta non c'entra la cucina ma il mondo videoludico. Giorgione è il protagonista degli spot dedicati all'imminente lancio di Call of Duty: Modern Warfare 3, nuovo episodio della saga di videogiochi sparatutto più celebre e conosciuta del panorama mondiale. Sui canali social sono stati pubblicati due spot. Il primo, il 29 ottobre, dove compare Giorgione che indossa l'iconica maschera di Ghost e pronuncia una delle sue celebri frasi "Molto, molto, molto bene" rimandando a novità "molto molto molto presto".
In seguito, nella giornata del primo novembre è stato pubblicato il filmato esteso in cui l'oste di Montefalco viene chiamato da una mamma apprensiva che si preoccupa che il figlio, in guerra, mangi troppo poco viste le razioni non proprio abbondanti. Ecco quindi che viene chiamato in causa il mitico Giorgione che prepara un box di approvvigionamento con tanto di lardo che "da energia", salsiccette e due polpettine "laide".
Inutile dire che i social siano impazziti. Lo spot del 29 ottobre è stato visualizzato in soli tre giorni da più di un milione e mezzo di utenti, facendo incetta di like (più di 55mila) e di commenti (oltre 1.300). In molti, tra i commenti, sognano di indossare i panni di Giorgione proprio all'interno del gioco con una skin dedicata. Desiderio che però è destinato a rimanere tale, in quanto si tratta esclusivamente di una collaborazione sul web per il lancio del nuovo gioco. Stessa campagna pubblicitaria che ha visto tra i protagonisti anche il capitano del Napoli Giovanni Di Lorenzo.

Andrea Pescari dopo la laurea triennale al corso di Scienze della comunicazione dell'Università di Perugia, ha conseguito la magistrale in Comunicazione pubblica, digitale e d?impresa con una tesi su...