Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Le torce olimpiche in mostra a Todi aspettando i Giochi di Parigi 2024

malagò presidente coni Il presidente del Coni, Malagò

La città di Todi si appresta a festeggiare Il sacro fuoco di Olimpia, cento anni di sport con i colori olimpici a cinque cerchi. La sala delle Pietre dei palazzi comunali, dal 19 novembre al 2 dicembre, ospiterà l'esposizione delle fiaccole che hanno fatto la storia delle Olimpiadi. Dalla torcia di Berlino del 1936, che ha visto Jesse Owens vincere 4 medaglie d'oro, all'edizione di Messico '68, nella quale per la prima volta vi fu una donna come tedofora. Montreal '76, che vide la fiamma olimpica trasformarsi in impulso elettrico, trasmessa in Canada via cavo, ed essere tramutata di nuovo in fuoco, grazie a uno specchio parabolico, fino a quelle più recenti di Atene 2004, Pechino 2008, Londra 2012, Rio 2016 e Tokyo 2020. Con le fiaccole, saranno esposte anche le divise della rappresentativa azzurra alle ultime edizioni dei Giochi, così da rappresentare alcuni dei grandi momenti della storia, di una disciplina o del mondo sportivo nella sua interezza.

L'iniziativa, che vede la collaborazione del Coni nazionale e regionale con il Comune di Todi, vuole essere anche un viaggio di avvicinamento alle Olimpiadi di Parigi 2024 e a quelle invernali di Milano-Cortina 2026. Una mostra, sottolineano gli organizzatori, che si propone di sostenere i valori fondanti e universali dello sport, promuovendo incontri rivolti soprattutto alle scuole, per ribadire l'importanza dello sport e del benessere psico-fisico, quale antidoto alla violenza. Tutti i giorni, grazie all'organizzazione del presidente del Comitato regionale Coni Umbria, Domenico Ignozza, sarà assicurata la presenza di giovani campioni umbri Under 18, delle diverse discipline che accompagneranno gli studenti, nella visita alla mostra, e si confronteranno con loro raccontando la propria esperienza, l'impegno di ogni atleta e di come la speranza di affermazione sportiva, debba essere accompagnata da passione e correttezza. In programma anche alcune conferenze, che svilupperanno temi legati al valore dello sport, quale strumento privilegiato di integrazione sociale e culturale. Nel corso dell'esposizione, domenica 26 è prevista anche una iniziativa celebrativa delle eccellenze sportive di Todi, con relativo riconoscimento da parte dell'amministrazione comunale e del Coni.
"Grazie al presidente nazionale Malagò e al presidente regionale Ignozza - commenta il sindaco di Todi, Antonino Ruggiano - la collettività potrà rivivere, quasi un secolo di sport a cinque cerchi, e mettere in campo una grande iniziativa di sensibilizzazione, che costituirà per l'Amministrazione comunale, anche uno stimolo per una opportuna riflessione sul futuro dell'impiantistica sportiva cittadina".