Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Ex stazione ferroviaria Fcu di Marsciano, lavori di recupero per 1,6 milioni

recupero stazione treni marsciano Il sopralluogo per la presentazione del progetto

L'assessore regionale Enrico Melasecche ha presentato a Marsciano il progetto di riqualificazione della stazione ferroviaria. Con lui il sindaco Francesca Mele. Si tratta di un'opera che si inserisce nel contesto del ripristino della rete ferroviaria regionale, ma alla quale si legano anche progetti che vanno a toccare l'ambito architettonico e residenziale, nonché quello turistico e della mobilità alternativa. Quella di Marsciano è tra le 15 stazioni Fcu, da Sansepolcro a Terni, che saranno recuperate. Per quanto riguarda la struttura, l'investimento ammonta a 1.665.000 euro. I lavori prevedono interventi di tipo strutturale, architettonico ed impiantistico. I locali al piano terra saranno funzionali alle attività di associazioni del territorio, mentre al primo piano è prevista la realizzazione di due unità abitative da destinare a edilizia residenziale sociale. Il progetto di recupero prevede che la stazione diventi una sorta di porta di accesso al sistema turistico territoriale, nell'ambito del progetto Vivere l'Umbria. Il soggetto attuatore degli interventi di recupero è l'Ater. "La riattivazione della stazione ? ha spiegato l'assessore Melasecche, con delega a infrastrutture, trasporti e lavori pubblici ? si inserisce in un ampio progetto che vedrà, entro il 2026, la completa riattivazione della tratta Terni-Sansepolcro con treni elettrici e non più a gasolio. Questa infrastruttura opererà con una logica nuova, di attrattività turistica da sostenere anche grazie al cicloturismo". A Marsciano, adiacente alla stazione, c'è anche un altro immobile che ospitava la ex centrale elettrica. "Una struttura di una bellezza unica ? ha aggiunto ? e di grande interesse in ottica di archeologia industriale. Insieme al sindaco valuteremo come recuperarla". "Mettere la Fcu al centro di quel sistema di mobilità regionale innovativo, sicuro e sostenibile ? ha spiegato il sindaco Mele ? rappresenta una grande opportunità di sviluppo per tutta la Media valle del Tevere". Tra le altre richieste che il sindaco ha presentato, anche la necessità di migliorare lo svincolo di Marsciano per l'accesso alla e45, il consolidamento del ponte sul Fersinone e la velocizzazione dei lavori Anas per la messa in sicurezza e recupero del dissesto idrogeologico di quattro importanti strade comunali. La prima tappa per la rinnovata stazione sarà quella relativa ai lavori sui nuovi binari, che partiranno a gennaio. Entro il 2026 la Fcu tornerà in funzione con standard di sicurezza da permettere una velocità dei treni pari a 95 km orari.