Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Ast di Terni, positivo l'esito delle analisi Arpa per usare il filler nelle pavimentazioni stradali

Lo stabilimento Ast-Arvedi di Terni Lo stabilimento Ast-Arvedi di Terni

Si segna un primo successo il progetto della Regione Umbria per il riutilizzo delle scorie prodotte dalla lavorazione dell'acciaio inox nello stabilimento Ast-Arvedi di Terni.
ARPA Umbria, l'Agenzia regionale per la protezione ambientale, ha concluso le analisi affidatele da Tapojarvi, la società finlandese che si occupa della gestione e del recupero delle scorie derivanti dal processo siderurgico, finalizzate alla verifica della idoneità del filler prodotto dalle acciaierie di viale Brin per l'impiego nelle pavimentazioni stradali.
L'esito delle analisi è positivo. A esprimere soddisfazione è l'assessore alle Infrastrutture e Trasporti della Regione Umbria, Enrico Melasecche, che rimarca l'importanza "della sperimentazione in atto, su precisa volontà del mio Assessorato, grazie alla collaborazione con ANAS, AST, Tapojarvi e ARPA, che apre prospettive estremamente significative in direzione della sostenibilità ambientale e del riuso consapevole delle risorse".