Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Terni: polo biotecnologie, in 5 risarciranno 364 mila euro

Corte dei Conti Corte dei Conti

A distanza di più di 11 anni arriva la sentenza della Corte dei Conti per il polo di biotecnologie. A cinque convenuti sono stati addebitati complessivamente 364.317 euro, mentre altre tre persone sono state assolte. Così la pronuncia della magistratura contabile con il collegio giudicante composto dal presidente Piero Floreani e dai giudici Acheropita Mondera e Rosalba di Giulio. Le condanne, riferite al risarcimento del danno erariale in solido, sono arrivate per l'ex sindaco di Terni, Leopoldo Di Girolamo, l'ex presidente della comunione proprietaria dell'immobile, Adolfo Puxeddu, l'ex rettore dell'Università degli di Perugia, Francesco Bistoni. I tre, per l'esattezza, dovranno liquidare 104.091 euro ciascuno. La Corte ha condannato inoltre l'ex segretario generale del Comune di Terni, Giuseppe Aronica, e l'ex dirigente dello stesso ente, Maurizio Pertichetti che dovranno risarcire una somma pari a 26.022 euro ciascuno. Le assoluzioni hanno invece riguardato un altro ex amministratore della comunione proprietaria dell'immobile, Nicola Avenia, difeso dall'avvocato Lietta Calzoni, il tecnico del Comune di Terni Marco Fortunati, assistito da l l'avvocato Patrizia Bececco, e l'ex delegato del rettore dell'Università degli studi di Perugia per il polo universitario di Terni, Massimo Curini, difeso dall'avvocato Riccardo Petroni .