Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Terni, donna urla in strada nella notte. Un uomo la trascina via: la polizia indaga

polizia auto terni

Proseguono senza sosta le indagini da parte della polizia di Stato di Terni, intervenuta sul posto con personale della squadra Volante, su quanto accaduto nella notte fra giovedì 23 e venerdì 24 novembre - intorno alle ore 2.30 - in via Cocceio Nerva, a pochi passi da via Curio Dentato e dalla stazione ferroviaria di Terni. Le urla disperate e il pianto di una donna di nazionalità straniera, in strada, hanno svegliato diversi residenti e le loro famiglie. Solo il successivo intervento di forze d e l l'ordine e 118 - allertati da alcuni testimoni della scena - ha riportato un po' di calma. Fra i residenti, c'è chi ha documentato una parte dell'accaduto, filmando con uno smartphone. Nel video, diffuso via social, si vede un uomo in maniche corte e bermuda - a dispetto delle temperature della notte - che afferra la donna per un braccio cercando di trascinarla via. Lei è seduta sull'asfalto, in mezzo alla strada, e in quei pochi istanti ripresi, forse anche a causa di qualità e brevità del filmato, non si riescono a notare evidenti percosse. Lui parla a voce alta e lei piange e urla - il tutto in una lingua straniera - e si può chiaramente intuire la disperazione della donna e il fatto che i suoi movimenti vengano limitati dal soggetto, che sembra volerle
imporre qualcosa, forse di rientrare in casa. Ad un certo punta sulla scena spunta un altro uomo, anche lui straniero, che sembra voler placare la situazione pur mantenendosi a debita distanza: l'altro, però, lo allontana con parole e gesti via via più perentori. Con l'arrivo della polizia, poi, la donna riuscirà a raggiungere l'ambulanza del 118 insieme ad un minore, con successivo trasporto in ospedale. Mentre l'uomo rientra nell'abitazione: saranno le indagini a chiarire contesto, azioni e cause di una situazione che, dal poco che si può intuire, fa purtroppo temere qualcosa di serio e meritevole di attenzione da parte dell'autorità giudiziaria.