Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Terni: Consorzio Tns, nessun risarcimento da pagare per 14 amministratori

Tribunale di Terni Il tribunale di Terni

Quattordici persone che avevano fatto parte, a vario titolo, degli organi amministrativi e di controllo del Consorzio Tns per lo sviluppo delle aree industriali devono alcun risarcimento e che ogni domanda avanzata nei loro confonti, va respinta. E' quanto ha deciso Il tribunale civile di Terni, a distanza di sei anni e dopo essere stato 'legittimato' dalla Corte di Cassazione ad esprimersi sul punto, dopo che la richiesta risarcitoria era stata di quelle pesanti - 10.297.361 euro - avanzata nel 2017, con causa civile, dal liquidatore dello stesso Consorzio Tns e da Sviluppumbria, nei confronti dei 14 amministratori. Questi ultimi, secondo la lettura di chi aveva istruito la causa, con le loro condotte avevano contribuito in maniera determinante a causare il pesante deficit dell'ente - di secondo livello e a controllo pubblico - e quindi il suo 'default'. Contestualmente il tribunale in composizione collegiale - presidente Alessandro Nastri, giudici Tommaso Bellei e Francesca Grotteria - ha condannato il Consorzio Tns e Sviluppumbria a pagare le spese processuali, legali e il compenso del ctu per un ammontare complessivo di circa 300 mila euro.