Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Terni, picchiano e derubano un indiano. Arrestato minorenne della banda e assegnato a una comunità

rissa a terni

Arrestato un minore a Terni e assegnato a una comunità fuori regione. L'ordine di custodia cautelare è scattato nella giornata di giovedì 2 novembre, dopo che il ragazzo è stato accusato di aver preso parte ad una rapina con altre due persone maggiorenni, già denunciate a metà ottobre. Il fatto è successo lo scorso 26 agosto in corso Vecchio a Terni, quando un 20enne indiano è stato preso di mira dai tre giovani che lo hanno accerchiato e minacciato di accoltellarlo. Lo costrinsero a consegnare 20 euro, tutto quello che aveva in tasca in quel frangente. I tre ragazzi, non soddisfatti, lo hanno picchiato e trascinato a uno sportello bancomat per prelevare altri soldi. Poi, lo hanno costretto a chiamare la madre al telefono per farsi fare un bonifico sulla ricarica PostePay di 50 euro. Il bonifico tardava ad arrivare e i ragazzi hanno deciso di svignarsela. Le indagini della polizia hanno portato all'identificazione di tutti i responsabili, poi denunciati. Per i due maggiorenni è scattato l'obbligo di dimora a Terni con divieto di uscita dall'abitazione dalle ore 20 alle ore 7. Su richiesta del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Perugia, il Gip ha emesso la misura cautelare del collocamento in comunità per il minorenne per il reato di rapina aggravata in concorso.