Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Terni, un papà attende 5 anni per avere le strisce gialle per la figlia disabile sotto casa

strisce gialle disabili

A Terni, dopo oltre cinque anni gli è stato ripristinato lo stallo per diversamente abili davanti alla propria abitazione cancellato in seguito ad alcuni lavori di scavo e asfaltatura fatti durante gli anni. C'era il cartello che indicava il parcheggio riservato, ma era assente la segnaletica in terra e quindi chiunque poteva sostare senza incorrere in sanzioni. Questo è quanto accaduto ad un cittadino residente nella zona di viale Trieste che ha la figlia diversamente abile. "La storia inizia da lontano - spiega il cittadino - oltre cinque anni fa. Ci avevano avvertiti che dovevano essere effettuati degli scavi per dei lavori di alcune compagnie di servizi. Hanno terminato i lavori e fino a qui tutto bene. Hanno ricoperto il tutto, non disegnando lo stallo o meglio lasciando il disegno solo in alcune parti. E' da qui che è iniziato il lungo iter che si è concluso finalmente qualche giorno fa. Ma ci tengo a raccontare la lunga storia. A quel punto quando ho visto che lo stallo non c'era quasi più per niente sono andato in Comune segnalando le difficoltà che c'erano per poter parcheggiare perchè, essendoci le scuole vicine, molti lasciavano l'auto e quando arrivavo con mia figlia il più delle volte non riuscivo a parcheggiare con tutte le difficoltà del caso. I mesi e gli anni passavano e il problema non veniva risolto. Poi è stato fatto un nuovo asfalto e a quel punto è restato solo il cartello che in molti facevano finta di non vedere. Più volte ho chiamato i vigili, ma non essendo disegnato lo stallo non si poteva fare niente e quindi mi sono iniziato a muovere e andare in Comune per chiedere di disegnare lo stallo di nuovo".