Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Spoleto, insulti e sputi alla ex compagna: 68enne condannato a 2 anni

maltrattamenti donna Sputi, pedinamenti e insulti alla ex (foto d'archivio)

Condannato a due anni (con pena sospesa) per aver maltrattato a più riprese la ex compagna anche davanti alla figlioletta minorenne. Questa la sentenza emessa nel primo pomeriggio di martedì 26 settembre dal collegio penale del tribunale di Spoleto (presidente Luca Cercola) a carico di un sessantottenne per fatti avvenuti nel lontano 2021, ovvero poco dopo la fine della relazione con la donna di alcuni anni più giovane.
Lei insieme alla figlia minore si è costituita parte civile con l'avvocato Valentina Orsini e Federici Bruno, mentre l'ex compagno era per l'occasione rappresentato dagli avvocati Valentina Eresia e Lucia Cretoni. Con la pronuncia i giudici del tribunale di Spoleto hanno anche sospeso all'imputato la potestà genitoriale della figlia per ben quattro anni, ma già in sede civile la mamma aveva comunque vinto la propria battaglia, ottenendo l'affidamento esclusivo della piccola. Il collegio penale, poi, ha anche riconosciuto alla donna maltrattata e alla figlioletta una provvisionale di quasi 5 mila euro complessivi, disponendo che il risarcimento del danno in favore di entrambe potrà essere liquidato in un secondo momento in sede civile.