Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Spoleto, nuovo progetto del Comune per installare la videosorveglianza in centro storico

telecamere videosorveglianza

Ad agevolare i ladri dell'assalto alla gioielleria Tomasini Francia non soltanto il black out, ma anche il mancato funzionamento del sistema di videosorveglianza del Comune da tempo fuori uso nella zona di corso Garibaldi e pure altrove. L'assenza di occhi elettronici pubblici, infatti, è tornata a pesare non soltanto nell'ambito delle indagini per l'assalto avvenuto nella notte tra lunedì 30 e martedì 31 ottobre nella storica oreficeria, anche se con la collaborazione di residenti e commercianti sono diversi i video che i carabinieri stanno vagliando, ma più in generale per l'insicurezza e i timori che episodi come la spaccata con furto, per quanto rari in città, generano nella popolazione. In questo quadro, ieri al municipio è stato richiesto un aggiornamento sul progetto di ammodernamento e potenziamento del sistema di videosorveglianza, per il quale recentemente, era in realtà il luglio scorso, il ministero dell'Interno ha concesso un contributo di 270 mila euro per le nuove installazioni, a cui si sommano 125 mila euro di fondi propri di bilancio dell'ente destinati alla sostituzione degli occhi elettronici già presenti in centro storico, ma ormai fuori uso.