Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Umbria Jazz, Ben Harper incanta il Santa Giuliana. Scatenato a Perugia con gli Innocent Criminals

Ben Harper

Ben Harper è stato accolto dal Santa Giuliana con il suo inconfondibile berrettino rosso. Rosso come una ciliegina, l'ennesima sulla torta dei 50 anni di Umbria Jazz. Il rocker californiano, dopo l'apertura dei Ranky Tanky, ha incantato l'arena sold out con i suoi Innocent Criminals, composti da Oliver Charles, Chris Joyner, Alex Painter e Darwin Johnson. E' salito sul palco con Better Way dall'album "Both Sides of the Gun". Tutto il concerto è stato un rito collettivo, un viaggio quasi spirituale arrivato fino alla discografia di Bob Dylan con quel Knocking on Heaven's door che in tanti avrebbero voluto ascoltare al concerto di apertura. Harper chiama insieme a lui anche Rhiannon Giddens e Francesco Turrisi, mattatori della serata di mercoledì. "E' un privilegio essere qui" dice in inglese, ma non mancano saluti e ringraziamenti in Italia. Harper ha lasciato il segno, se ce ne fosse ancora bisogno. Sugli altri palchi: Danilo Rea alla Sala Podiani, Danilo Perez, John Patitucci e Adam Cruz al Morlacchi.

Gabriele Ripandelli, classe 1999, perugino. Laureato in Comunicazione pubblicitaria all'Università Stranieri di Perugia, impegnato nella magistrale all'ateneo Roma 3. Da sempre appassionato di giorna...