Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Perugia, spara colpi di pistola dopo aver perso alle slot. Medico specializzando ai domiciliari

ospedale perugia L'ospedale di Perugia

E' stato convalidato l'arresto del medico specializzando 30enne che domenica 19 novembre ha esploso dei colpi di pistola mentre scappava dai carabinieri che poco dopo lo hanno arrestato. Con la stessa pistola, l'uomo ha minacciato anche il proprietario del bar di San Sisto in cui tutto si è scatenato. Ieri mattina, il gip di Perugia, ha poi disposto nei suoi confronti la misura degli arresti domiciliari nel Lazio, a casa dei genitori. Il giovane, specializzando al Santa Maria della Misericordia, era arrivato al Giò Bar di San Sisto domenica sera verso le 20.30. Si era messo a giocare alle slot e aveva iniziato a perdere. "Non lo avevo mai visto prima qui da noi - dice il proprietario del bar - e mi è sembrato subito strano. Inveiva perché stava perdendo, borbottava in continuazione diceva che le macchinette rubavano, entrava e usciva dal locale. A un certo punto ha iniziato a discutere con un altro cliente, gli ho detto di smetterla. Poi quando sbatteva forte i pugni sulle slot e faceva rumore sono andato a dirgli con più enfasi di farla finita. C'è stata una zuffa con un altro cliente che si è messo in mezzo perché mi provocava e poi lui ha detto che andava a prendere una pistola. Nessuno ci ha creduto e invece l'ha fatto. E' tornato e me l'ha poggiata sul bancone. E poi ha esploso anche dei colpi in aria quando scappava dai carabinieri. Per fortuna, alla fine, è stato arrestato".

Francesca Marruco, classe 1980, giornalista professionista è redattrice al Corriere dell'Umbria. Si occupa principalmente di cronaca nera e giudiziaria. Dalla pandemia in poi, che ha costretto tutti ...