Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Perugia, Cantone sulla tentata estorsione a un imprenditore: "Economia umbra appetibile a criminali"

Raffaele Cantone Raffaele Cantone, procuratore della Repubblica del Tribunale di Perugia

"Il caso di tentata estorsione subito dall'imprenditore perugino è il segno che l'economia umbra è appetibile per la criminalità organizzata". Parole del procuratore capo della Repubblica, Raffaele Cantone. Che dietro possa esserci la camorra è più di un sospetto, quindi. Cantone sottolinea altresì che questa indagine dimostra come è alta l'attenzione da parte delle forze dell'ordine e degli inquirenti rispetto al pericolo delle infiltrazioni mafiose. Lo stesso Cantone nella relazione per l'inaugurazione dell'anno giudiziario ha fatto riferimento alla presenza di soggetti collegati "a gruppi camorristici campani che gestiscono attività in alcuni settori economici (edilizia, turismo e commercio)", utilizzando anche la capacità d'intermediazione, fondata sulla forza di intimidazione dei gruppi mafiosi di riferimento". Tra i settori interessati c'è anche quello della compravendita di prodotti petroliferi, "la cui gestione è affidata a prestanome da soggetti legati alle consorterie criminali, campane o calabresi". Sono risultate, altresì, "presenze di operatori campani, legati alla criminalità organizzata di quella regione (soprattutto clan dei casalesi), nel settore del riciclo illecito dei rifiuti, soprattutto metallici". Rapporti con esponenti della criminalità organizzata campana sono risultati anche nel settore delle frodi connesse alle provvidenze e ai bonus.

Alessandro Antonini, 47 anni, giornalista professionista, è redattore del Corriere dellâ??Umbria dal 2003 e si occupa di politica, cronaca nera e giudiziaria. Ma non disdegna economia, sindacale, (m...