Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Perugia, investe con l'auto uno studente che passeggia sul marciapiede e fugge: 27enne ritrovato

ospedale di perugia

Uno studente israeliano di 23 anni è stato investito e l'uomo alla guida dell'auto non si è fermato. E' success o alle 1.45 della notte tra venerdì 24 e sabato 25 novembre. Il proprietario dell'auto pirata è stato identificato grazie al numero di targa. Nella casa in cui è residente, a Monteluce, in un primo momento è risultato irreperibile. E' stato ritrovato dopo ore e ore di ricerche.
Domani, lunedì 27 novembre, sarà sentito dagli inquirenti nella sede del comando dei vigili urbani di Perugia. La polizia locale, che indaga
per fuga e omissione di soccorso, ha anche tentato di parlare con la madre e il fratello del proprietario della vettura, residenti sempre a Perugia. Si tratta - stando a quanto si apprende - di un 27enne con alle spalle un daspo sportivo.
L'incidente è avvenuto in via Brunamonti. La vettura, stando a quanto hanno riferito i testimoni, ha sbandato facendo cadere quattro cassonetti dell'immondizia posizionati lungo il marciapiede. Marciapiede su cui camminava lo studente: è questa la descrizione degli amici che erano con lui. Proprio gli agenti dell'ex municipale di Perugia stanno ricostruendo la dinamica e la traiettoria dell'auto - una Panda - che ha travolto il 23enne. Attualmente si trova ricoverato in gravi condizioni nel reparto di ortopedia del Santa Maria della Misericordia, con più fratture e lesioni. Non è in pericolo di vita e la prognosi dei sanitari è di 35 giorni. Anche lui è stato sentito come testimone. Uno dei ragazzi del gruppo ha anche tentato di rincorrere il 27enne in fuga ma senza riuscirci. Sono però riusciti a prendere il numero di targa, elemento che ha permesso l'identificazione della vettura e del proprietario. Sono stati gli stessi amici a soccorrere lo studente e a portarlo subito al pronto soccorso dell'ospedale di Perugia.
E' stato aperto un fascicolo per fuga e omissione di soccorso, articolo 189 del Codice della strada, per cui sono previste la reclusione da un anno a tre anni e la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente per un periodo di tempo non inferiore a
un anno e mezzo e non superiore a cinque anni. Il tema della sicurezza stradale si ripropone in tutta la sua attualità, anche se in questo caso ci sarebbero segni evidenti di sbandamento con i secchi della differenziata fatti cadere come birilli in prossimità del punto in cui il giovane è stato travolto. Nei giorni scorsi il consiglio comunale ha approvato un ordine del giorno che impegna la giunta a intervenire installando nei punti più a rischio attraversamento pedonali rialzati, colorati e illuminati di notte proprio per evitare che i pedoni vengano falciati sulle strisce.

Alessandro Antonini, 47 anni, giornalista professionista, è redattore del Corriere dellâ??Umbria dal 2003 e si occupa di politica, cronaca nera e giudiziaria. Ma non disdegna economia, sindacale, (m...