Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Perugia, furti nel weekend. I ladri approfittano dell'assenza dei proprietari e svaligiano case

ladri notte

Nuova ondata di furti in appartamento, con una recrudescenza segnalata proprio nell'ultima settimana. Nella notte tra sabato 11 e domenica 12 novembre due segnalazioni con altrettante denunce sono arrivate alla polizia di Stato dalla zona dei Ponti di Perugia. Due case svaligiate nella notte, i ladri hanno portato via oggetti e preziosi vari. Per fortuna non ci sono stati incroci e incontri - fa sapere la questura - tra residenti e malviventi. Nei giorni precedenti furti in casa sono stati segnalati in alcune delle frazioni lungo la E45 e anche nella media valle del Tevere. A Marsciano un appartamento al piano terra è stato razziato mentre la famiglia era ai Baracconi. Al ritorno hanno trovato la porta bloccata dall'interno con una cassapanca messa a pressione sotto la maniglia e un finestrone rotto.
Quasi certamente i ladri sapevano che la famiglia era fuori per il pomeriggio, qualche insospettabile basista deve averli informati sull'uscita di quel giorno. I casi di furto o reati similiari che si trasformano in processi sono in evidente crescita "con percentuali che si avvicinano in qualche caso anche al raddoppio", scrive il procuratore capo Raffaele Cantone nella relazione redatta in vista dell'inagurazione dell'anno giudiziario. Nel periodo monitorato (luglio 2022 giugno 2023) sono stati iscritti 510 procedimenti per furto (rispetto ai 305 dell'omologo periodo precedente), 76 per rapina (rispetto a 53), 68 per estorsione (contro i 38 pregressi), 209 per danneggiamento (erano 165) e 787 per truffa (erano 655). "Sono numeri - spiega Cantone - che da un lato possono apparire preoccupanti, perché significativi dell'aumento dei reati predatori, ma sotto un altro profilo sono anche la riprova che le indagini hanno portato ad individuare gli autori di reati che, come è noto nella stragrande maggioranza dei casi, restano quasi sempre ignoti".

Alessandro Antonini, 47 anni, giornalista professionista, è redattore del Corriere dellâ??Umbria dal 2003 e si occupa di politica, cronaca nera e giudiziaria. Ma non disdegna economia, sindacale, (m...