Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

A Perugia il Tieffeu svela il cartellone del teatro ragazzi: domenica 15 ottobre apre Biancaneve

Teatro ragazzi, Biancaneve Teatro ragazzi, Biancaneve

Al via a Perugia domenica 15 ottobre la decima stagione di Teatro per ragazzi, organizzata da Tieffeu, nel teatro di via del Castellano. Il cartellone propone 21 spettacoli rivolti ai bambini e le famiglie. Il programma come sempre si articola in due parti, la prima con 9 spettacoli domenicali dal 15 ottobre al 10 dicembre e la seconda parte con 12 spettacoli dall'7 gennaio al 7 aprile 2024. Gli spettacoli proposti sono allestiti con burattini, marionette, pupazzi e attori e sono rappresentati dalle più note compagnie di teatro di Figura e per ragazzi della scena nazionale. Anche il Tieffeu proporrà ad inizio stagione due spettacoli, la nuova produzione Biancaneve ed il suo cavallo di battaglia Pi?Pi?Pinocchio, che viene riproposto dopo tanti anni di repliche in tutta Italia. Anche quest'anno il cartellone offrirà un'ampia varietà di spettacoli, tratti in particolare dalle fiabe classiche, spesso rivisitate e con l'utilizzo di nuovi linguaggi, adatti a coinvolgere anche i più piccoli spettatori. Il primo spettacolo domenica 15 ottobre, alle ore 17.30, Biancaneve della Compagnia Tieffeu, ispirato dalla famosa fiaba dei fratelli Grimm. Uno spettacolo di teatro di figura da tavolo di e con Giancarlo Vulpes e Ada Mirabassi, le scenografia e le figure di Ada Mirabassi, con la consulenza ai Pop up di Rossana Tabacchini. Biancaneve è la nuova produzione di Tieffeu, che da più di trent'anni porta avanti la valorizzazione della fiaba attraverso il teatro di Figura. Grandi libri fanno da cornice alla storia, dove gli scenari si aprono a pop up e danno vita alle ambientazioni e alle figure da tavolo. I personaggi della fiaba rivelano la contrapposizione tra i vizi e le virtù: dalla regina che ha perso il primato della bellezza e abituata alle cattive abitudini che la tormentano, si camuffa in una perfida strega per riconquistare ciò che non ha più; a Biancaneve, pura d'animo, cede comunque alla tentazione di gustare una bella mela; al principe stanco dall'essere circondato nella vita di corte dagli artificiosi convenevoli, si innamora delle virtù della candida Biancaneve. Fanno da contraltare dei personaggi che seppur sono l'emblema dell'immaginario fiabesco, rappresentano la bocca della verità, e allora abbiamo uno specchio che "rispecchia" gli aspetti obiettivi della realtà e che però non si è disposti ad accettarli e i grotteschi nani del bosco che cercano di aiutare e proteggere la protagonista dalle tentazioni che sono sempre in agguato e a portata di mano.

Nata a Perugia, classe 1963, Sabrina Busiri Vici è laureata in Scienze Politiche all'Università degli studi di Perugia. Giornalista professionista dal 1998. Nel 2005 entra nella redazione del Corrie...