Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Perugia, incontro sulla violenza di genere all'istituto d'istruzione superiore di Madonna Alta

L'istituto di Perugia L'Istituto d’istruzione superiore Cavour-Marconi-Pascal di Perugia

La violenza di genere come protagonista dell'incontro che si è svolto il 27 novembre presso la sede di Madonna Alta dell'Istituto d'istruzione superiore Cavour-Marconi-Pascal di Perugia. All'evento hanno partecipato il dirigente scolastico, i docenti, gli studenti, gli esperti e gli esponenti delle istituzioni. L'incontro è stato dedicato a Giulia Cecchettin ed è iniziato con un minuto di silenzio in sua memoria. L'evento è stato moderato da Gianluigi Basilietti, giornalista Ansa. Il primo intervento è stato quello del dirigente scolastico, professore Andrea Agostini, che ha ricordato il ruolo fondamentale della scuola intesa come comunità per contrastare la violenza contro le donne. "Dobbiamo imparare qui ? ha detto Agostini ? che siamo tutti uguali, che c'è un unico genere umano e dobbiamo impegnarci affinché la comunità in cui viviamo sia migliore. La conoscenza e lo studio hanno un ruolo fondamentale in questo percorso, perché insegnano a leggere la realtà che ci circonda e soprattutto a creare una coscienza che ci permetta di contrastare ogni tipo di violenza". L'avvocato Caterina Grechi, presidente regionale pari opportunità della Regione Umbria, ha ricordato il ruolo delle istituzioni nel contrasto e nella prevenzione della violenza di genere. "Come centro pari opportunità ? ha sottolineato ? ci stiamo occupando anche dei cambiamenti culturali che devono portare a rimettere al centro di tutto la persona e il rispetto reciproco, senza il quale non si può costruire nessuna relazione. Tra le attività in atto ci sono progetti di educazione alla relazione in collaborazione con le scuole. In Umbria ? ha aggiunto ? sono presenti 11 centri antiviolenza, per non lasciare sole le vittime". Anche Michele Toniaccini, sindaco di Deruta e presidente dell'Anci Umbria, ha ricordato il ruolo delle istituzioni nel contrastare ogni tipo di violenza. Durante l'evento è intervenuta l'avvocato Monia Dottorini, esperta in socio antropologia che ha trattato il tema Profili sociologici e giuridici della violenza di genere facendo un excursus sul sistema giuridico italiano e sulle principali leggi in materia. Ha ricordato che spesso le donne hanno paura di denunciare, ma che esistono centri antiviolenza con staff multidisciplinari ed esperti preparati ad accogliere e ad aiutare le vittime. All'incontro hanno partecipato anche la professoressa Francesca Lilli che ha parlato delle analisi e prospettive della Convenzione di Istanbul sulla violenza di genere e il dottore Roberto Toni, pedagogista clinico ed esperto di arti marziali. La mattinata si è conclusa con gli interventi degli studenti che hanno rivolto numerose domande ai relatori confrontandosi a lungo sugli argomenti trattati.

Annalisa Ercolani, anno 2001, dopo aver conseguito la laurea triennale in Filosofia e Scienze e tecniche psicologiche all?università di Perugia, frequenta la magistrale in Filosofia ed Etica delle Re...