Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Perugia, lavori nel bacino Santa Margherita. L'assessore Numerini: "Si punta a finire entro l'anno"

Sopralluogo del Comune Il sopralluogo del sindaco Romizi

Rischio idrogeologico del bacino di Santa Margherita a Perugia, proseguono i lavori di bonifica. In corso il secondo lotto del primo stralcio di intervento finanziato dal Ministero dell'ambiente per un importo complessivo di 3,7 milioni di euro. I progetti del primo stralcio sono entrambi volti allo studio e alla stabilizzazione dei fenomeni di dissesto superficiali nell'area. Concluso il primo lotto, il secondo riguarderà il tratto di viale San Domenico compreso tra le scalette di collegamento con via del Cortone e viale San Girolamo. I lavori sono iniziati lo scorso 19 giugno per non interferire con la viabilità del periodo scolastico. Il cronoprogramma del cantiere è stato predisposto in collaborazione con la polizia per contenere i disagi dovuti al traffico. Secondo quanto riportato nella nota della Giunta comunale, ora gli interventi riguardano "la realizzazione della paratia di pali su tutto il tratto di viale San Domenico; la realizzazione di un nuovo collettore di acque bianche meteoriche; la realizzazione del marciapiede, lato valle, e la posa dei cordoli in travertino; la bonifica della carreggiata nei due sensi mediante la realizzazione della fondazione stradale per tutta la lunghezza dell'intervento e del binder e tappeto di usura". L'assessore Otello Numerini spiega che l'amministrazione comunale "sta investendo ingenti risorse in un'ottica di prevenzione dei danni che il cambiamento climatico causa ormai ovunque nel nostro Paese, come le cronache di continuo attestano. Quello in atto nella zona di via Ripa di Meana è uno degli interventi più complessi finora messi in campo per tutelare il territorio locale dal rischio idrogeologico. Un'azione - continua Numerini -da noi reputata necessaria e che abbiamo cercato di portare avanti riducendo al minimo l'impatto del cantiere sulla viabilità. I tempi di esecuzione restano ampiamente all'interno di quelli programmati e faremo il massimo sforzo per completarli entro l'anno, condizioni meteo permettendo".



Andrea Pescari dopo la laurea triennale al corso di Scienze della comunicazione dell'Università di Perugia, ha conseguito la magistrale in Comunicazione pubblica, digitale e d?impresa con una tesi su...