Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Perugia, l'aeroporto è al secondo posto in Europa per crescita rispetto al terzo trimestre del 2019

Aeroporto dell'Umbria

L'Aeroporto di Perugia è al secondo posto in Europa per crescita. E' uscito il rapporto sul traffico aereo europeo relativo al terzo trimestre del 2023. Secondo l'analisi di Aci Europe, a differenza dei major, gli aeroporti regionali sono tornati sui ritmi pre-pandemia. Infatti, sono stati superati i volumi di traffico passeggeri del terzo trimestre 2019. La crescita media è del 4%. In particolare, quelli che hanno superato i livelli pre-pandemia sono stati gli aeroporti regionali che servono destinazioni turistiche affidandosi a linee low cost, stabilendo dei veri e propri record assoluti. L'Aeroporto di Perugia è tra gli esempi degni di nota che ha segnato una crescita del 194%. Si trova sul secondo gradino del podio, sopra Zara (+ 155,7%) e dietro solo a Trapani (+378%). "Dopo essere stato collocato al terzo posto nel primo semestre del 2023 - si legge nella nota dell'Aeroporto Internazionale dell'Umbria -, nel terzo trimestre l'aeroporto sale quindi al secondo posto tra gli scali europei con un traffico annuo sotto i cinque milioni di passeggeri grazie ad una crescita del +194% rispetto al Q3 del 2019".
Olivier Jankovec, direttore generale di Aci Europe, ha commentato: "L'alta stagione ha portato gli aeroporti europei sempre più vicini ad una piena ripresa del traffico passeggeri, con una domanda che ha ampiamente sfidato le pressioni inflazionistiche, tariffe aeree molto più alte e tensioni geopolitiche"


Andrea Pescari dopo la laurea triennale al corso di Scienze della comunicazione dell'Università di Perugia, ha conseguito la magistrale in Comunicazione pubblica, digitale e d?impresa con una tesi su...