Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Perugia, oltre 600 persone in piazza. Il corteo per Giulia Cecchettin e per le altre vittime

violenza sulle donne

Da Perugia si alza un coro contro la società patriarcale. Sabato 25 novembre, nella giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne, un corteo di oltre 600 persone è sfilato tra cori e striscioni da piazza del Bacio fino a piazza Birago passando attraverso il parco della Verbanella. Anche Giuseppe Conte e Nicola Frantoianni si sono presentati al ritrovo e hanno mosso i primi passi insieme alla marea di persone partecipanti all'iniziativa organizzata dall'associazione C.A.P. 06124 Apps, in collaborazione con Unione donne in Italia (Udi) Perugia e alla quale hanno partecipato numerose altre associazioni. Pensiero costantemente rivolto a Giulia Cecchettin, ultima vittima dei troppi femminicidi. Uomini e donne, bambini e anziani hanno voluto partecipare facendosi sentire passando tra le vie abitate ai piedi del centro storico. La lettura di alcuni brani, il canto
di Cancion sin miedo e la scrittura su un grande telo del proprio nome con la vernice sono state le attività che hanno contraddistinto la serata.

Gabriele Ripandelli, classe 1999, perugino. Laureato in Comunicazione pubblicitaria all'Università Stranieri di Perugia, impegnato nella magistrale all'ateneo Roma 3. Da sempre appassionato di giorna...