Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Amelia, fondi per la variante alla Sr 205. La soddisfazione di Pernazza e Proietti Scorsoni

Un tratto della strada Un tratto della strada

La Regione Umbria ha finanziato con 3 milioni di euro il completamento della variante alla Sr 205 Amerina ad Amelia, in provincia di Terni. A darne notizia il sindaco e presidente della Provincia Laura Pernazza e il vice sindaco Avio Proietti Scorsoni. La variante avrà lo scopo di potenziare la viabilità locale e fare, inoltre, da raccordo con il futuro nuovo ospedale Narni-Amelia.

"Un sentito ringraziamento ? affermano il sindaco Pernazza e il vice Proietti Scorsoni ? alla Regione e all'assessore regionale alle infrastrutture Enrico Melasecche per l'impegno su una strada importante e che serve anche a dare ulteriore spinta allo sviluppo del territorio. La strada permetterà inoltre ai futuri utenti del nuovo ospedale provenienti da Orte, Lugnano in Teverina, Giove, Porchiano e da alcune zone di Amelia di evitare l'attraversamento della città".

"Il riavvio del progetto grazie ai fondi regionali - notano ancora i due amministratori - è importante anche perché il fermo dell'opera rischiava di far sorgere problemi sia per il cantiere che per i residenti della zona". Secondo quanto riferisce l'amministrazione il finanziamento coprirà i costi rimanenti che riguardano circa il 20-30 per cento della lunghezza totale calcolata in 1 chilometro e 700 metri di cui una parte ancora da realizzare.

Fra i lavori da eseguire il ripristino dello stato dei luoghi ai fini della cantierabilità, la realizzazione del tratto che va dalla rotatoria del cimitero all'innesto sulla Sr 205, alcune opere di recupero, consolidamento e fondazione stradale, la sistemazione del ritrovamento archeologico, la bitumatura e le opere di sicurezza. Alle risorse per la 205, sottolineano infine con altrettanta soddisfazione Pernazza e Proietti Scorsoni, si aggiungono poi, sempre dalla Regione, altri 2 milioni e mezzo di euro per la rotonda di accesso al nuovo ospedale comprensoriale.