Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Economia, Edison rileva l'impianto di teleriscaldamento di Cesano Boscone per ampliare la produzione

edison next

Edison Next, società del Gruppo Edison che accompagna clienti e territori nel loro percorso di decarbonizzazione, ha rilevato - tramite l'acquisizione del 100% di Prometheus Energia - l'impianto di teleriscaldamento di Cesano Boscone con l'obiettivo di ottimizzarne la produzione e con la previsione di ampliarlo, portando significativi benefici alla collettività e al territorio, grazie alla riduzione delle emissioni, alla valorizzazione delle risorse locali e allo sviluppo di servizi smart per la comunità.In particolare, si legge in una nota, la configurazione attuale dell'impianto di Cesano Boscone prevede un impianto cogenerativo con potenza pari a 1 MW elettrico e circa 13 MW termici, interamente alimentato a biomassa proveniente da filiera locale, una rete di distribuzione con estensione pari a 2 km che eroga calore a circa 1.600 famiglie con un fabbisogno termico annuo pari a 14 GWh. L'acquisizione da parte di Edison Next permetterà di ottimizzare la produzione della centrale di cogenerazione, ad oggi utilizzata per meno della metà del suo potenziale, per andare a servire un bacino composto da utenze pubbliche, del terziario e private - per un totale di circa 7.000 famiglie - con un fabbisogno termico annuo di circa 70 GWh, attraverso lo sviluppo di ulteriori 12,5 km di rete. Si prevede la possibilità di potenziare gli impianti di distribuzione dell'energia introducendo un accumulo termico da 3000 mc, il potenziamento della centrale di generazione attraverso l'introduzione di una pompa di calore geotermica da 3,2 MW che farà leva su posizionamento e volume dell'acqua di falda favorevoli e di un cogeneratore da 1,2 MW elettrici. La nuova configurazione permetterebbe di ridurre le emissioni di CO2 di 330.000 tonnellate in 20 anni. Tale progetto di ampliamento continuerà a beneficiare dei 2,7 milioni di euro di fondi PNRR ottenuti inizialmente da Prometheus Energia srl in quando coerente e, per alcuni aspetti, migliorativo rispetto al progetto di ampliamento originale.
"L'acquisizione di questo impianto di teleriscaldamento ci permette di dimostrare il nostro impegno a fianco dei territori", dichiara Roberto Ronca, Direttore Smart Cities & Tertiary di Edison Next. "Ottimizzando ed efficientando il funzionamento degli impianti e ampliando la rete saremo in grado, infatti, di garantire benefici per la comunità andando a servire un numero maggiore di utenti e abbattendo le emissioni ambientali. La diffusione di impianti di questo tipo, che permettono di combinare tecnologie tradizionali come il teleriscaldamento, con tecnologie più innovative, sostenibili e smart, è un elemento importante per lo sviluppo ?intelligente' dei territori, che contribuisce alla loro indipendenza energetica, alla valorizzazione delle risorse locali e alla diffusione di servizi che migliorano la sicurezza e la qualità della vita delle persone", ha aggiunto.I lavori di estensione della rete di teleriscaldamento, inoltre, saranno l'occasione per predisporre l'infrastruttura ideona al potenziamento di una serie di servizi per aumentare la sicurezza e l'intelligenza degli spazi pubblici, come impianti semaforici e cartellonistica smart, monitoraggio dello stato di occupazione dei parcheggi ed estensione dell'illuminazione pubblica in aree attualmente non servite, sottolinea Edison, aggiungendo che il totale delle emissioni evitate è calcolato considerando: il risparmio di gas metano per riscaldamento, moltiplicato per il fattore di emissione del gas metano; l'energia elettrica prodotta dalla centrale di teleriscaldamento ed immessa nella Rete Elettrica Nazionale moltiplicata per il coefficiente emissivo del parco termoelettrico italiano.