Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Televisione, amaro debutto per Il mercante in Fiera. Ma Insegno è soddisfatto: "Buoni ascolti"

Pino Insegno Pino Insegno

Debutto in sordina per Il mercante in fiera. Il programma, in onda su Rai 2 dalle 19.50 alle 20.30, ha ottenuto solo 638 mila spettatori, facendo registrare il 3.4% di share. E il conduttore Pino Insegno si mette sulla difensiva. "Ma quale flop, gli ascolti sono buoni, in linea con la rete". Il presentatore del programma spiega la sua visione a Adnkronos: "finiamo il programma al 5% di share, andando quindi a chiudere in crescendo. Il pubblico - continua - deve scoprire che c'è un programma dopo otto minuti di pubblicità, i risultati che abbiamo ottenuto sono già un miracolo. Le somme si potranno tirare dopo almeno 2 settimane, siamo appena all'inizio". Insegno predica calma, specialmente in un periodo come questo, a un anno dalla salita al governo dell'amica Giorgia Meloni. Però l'attore e doppiatore si concentra sul suo lavoro: "Torno in tv ma Giorgia non c'entra. Meloni e compagnia bella non c'entrano niente. Faccio questo mestiere da quarant'anni, il preserale l'avevo già fatto. Mica sono un cercatore di follower che si è messo a condurre un programma. Io ho una storia. È vero che sono salito su quel palco come conduttore della chiusura della campagna elettorale di Fratelli d'Italia a Roma e ho appoggiato la signora Meloni. È una mia amica, una persona che stimo, so che potrebbe far bene. Fine. Se parliamo di politica è giusto che ci confrontiamo sulla politica, ma se parliamo di spettacolo, parliamo di spettacolo".