Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Maltempo, strade in tilt: chiusure in diverse regioni. Il punto Anas: dove è vietata la circolazione

maltempo strade chiuse anas

L'emergenza meteo ovviamente condiziona i trasporti, in particolare la circolazione stradale. Il Gruppo Anas fa il punto sulle artierie chiuse al traffico. In Lombardia, sulla strada statale 45 Ter "Gardesana Occidentale" chiusa la tratta compresa tra il km 0 ed il km 4,000, a Villanuova sul Clisi (Bs), in corrispondenza della galleria Seriola, a causa di un allagamento.
Situazione complessa in Toscana, lungo la strada statale 655 "Massese" è chiuso, in entrambe le direzioni, un tratto in corrispondenza del km 84,500, a Licciana Nardi (Ms), a seguito di un movimento franoso, riattivatosi tra le località Ponte di Legno e Tavernelle per la pioggia intensa che sta interessando l'area. Sempre in Toscana sulla strada statale 67 "Tosco Romagnola" è stata ripristinata la circolazione in corrispondenza del sottopasso al km 46,500 ad Empoli (Fi). Attiva la chiusura della strada statale 12 "dell'Abetone e del Brennero" a Borgo a Mozzano (km 44,200), in provincia di Lucca, a causa di un movimento franoso in fase di scivolamento sul versante che incombe sulla strada. Il traffico è deviato sulla viabilità secondaria con indicazioni sul posto. Chiuso anche il tratto della strada statale 62 "della Cisa" nel comune di Pontremoli (MS) in prossimità del valico (km 52), a causa di un movimento franoso che ha coinvolto e danneggiato il corpo stradale. Sul posto non è presente una viabilità alternativa.
In Abruzzo, sull'autostrada A24 Roma-Teramo, a causa del vento forte, è interdetta a telonati, caravan e camper la tratta compresa tra Assergi e Colledara; il transito è sconsigliato a questo tipo di veicoli lungo l'intero asse autostradale. In Veneto permane la chiusura della strada statale 51 "Alemagna" a Fadalto, in provincia di Treviso, e della statale 52 "Carnica" tra Cimagogna e Auronzo di Cadore, in provincia di Belluno, per frana e pericolo di caduta massi.
In Liguria è ancora attiva la chiusura della statale 586 "della Val d'Aveto" a Rezzoaglio, in provincia di Genova. Il tratto era stato riaperto al traffico il 1° novembre, dopo che una frana di grandi dimensioni aveva interessato la sede stradale nella giornata di lunedì 30 ottobre. Il provvedimento è stato preso in via precauzionale a tutela della circolazione stradale in considerazione del maltempo, che potrebbe innescare movimenti improvvisi del fronte di frana. Permane inoltre, sempre per movimento franoso, la chiusura di un altro tratto della statale in località Borzonasca.