Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Indi Gregory, la piccola inglese di 8 mesi è morta. I genitori tra sofferenza, rabbia e vergogna

genitori indi gregory I genitori di Indi (foto di LaPresse)

Indi Gregory è morta. La bambina inglese di 8 mesi si è spenta nella notte tra domenica 12 e lunedì 13 novembre, nel letto di un hospice vicino alle mani e all'amore di mamma e papà. La piccola aveva ottenuto la cittadinanza italiana, ma per i giudici inglesi la bimba non doveva essere trasferita. A comunicare la sua morte a LaPresse è stato il padre, Dean Gregory che si è detto arrabbiato e affranto, insieme alla compagna: "Il servizio sanitario nazionale e i tribunali non solo le hanno tolto la possibilità di vivere, ma le hanno tolto anche la dignità di morire nella sua casa. Sono riusciti a prendere il corpo e la dignità di Indi, ma non potranno mai prendere la sua anima. Sapevo che era speciale dal giorno in cui è nata, hanno cercato di sbarazzarsi di lei senza che nessuno sapesse, ma io e Clare ci siamo assicurati che sarebbe stata ricordata per sempre".
Su X, il movimento Pro Vita & Famiglia ha scritto: "La bimba inglese è stata uccisa - 'nel suo miglior interesse' - da un sistema sanitario e legale impregnato di barbara cultura eutanasica, che ha rifiutato anche solo di tentare la differente proposta clinica dell'ospedale Bambin Gesù di Roma, soffocando l'amore dei suoi genitori nelle aule di tribunali".

Classe '97, perugina doc. Dopo il liceo di Scienze Umane, la laurea triennale in Scienze Politiche, poi la magistrale in Scienze della Comunicazione. Dopo il master Social media management a Milano, ...