Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Italia, voli cancellati e disservizi per i viaggiatori. Entra in gioco la Carta dei diritti

aerei voli

Maltempo, ritardi, guasti ai motori e sciopero dei voli. I disservizi aerei hanno caratterizzato il 2023, causando non poche difficoltà ai passeggeri. Disagi da record di cui a fare i conti sono sempre i viaggiatori. In questi casi entra in gioco la Carta dei diritti, che stabilisce specifiche misure di protezione. La legislazione prevede che non tutti i passeggeri, in caso di volo cancellato, abbiano diritto al risarcimento. Infatti, non hanno diritto coloro che viaggiano gratuitamente o con una tariffa ridotta non accessbile al pubblico e coloro a cui viene negato l'imbarco per motivi di salute, sicurezza o documenti di viaggio non validi. Per beneficiare delle tutele previste è importante disporre del biglietto aereo, aver confermato la prenotazione e aver effettuato correttamente e nei tempi previsti il check-in.
Talvolta capita che il volo venga cancellato addirittura con settimane di anticipo. Se la compagnia informa il viaggiatore interessato di questa procedura almeno due settimane prima, il passeggero ha diritto al mero rimborso del biglietto.
Il regolamento 261/2004 del Parlamento europeo prevede compensazioni e assistenza ai passeggeri in caso di cancellazione del volo, ritardi di oltre 3 ore o imbarco negato per overbooking. Secondo la normativa, la compagnia aerea deve: fornire buoni pasto per l'acquisto di bevande o snack durante l'attesa; rimborsare il biglietto per ritardi superiori a 3 ore o voli cancellari; provvedere al pernottamento in caso di ritardi significativi; organizzare il trasporto degli utenti in hotel per il pernottamento; informare i passeggeri riguardo al volo sostitutivo.
In caso di cancellazione del volo il passeggero ha diritto a un risarcimento economico: 250 euro per voli con una distanza inferiore o pari a 1.500 chilometri; 400 euro per voli all'interno dell'Ue con una distanza superiore a 1.500 chilometri o per tutti gli altri voli con una distanza compresa tra 1.500 e 3.500 chilometri; 600 euro per voli con una distanza superiore ai 3.500 chilometri al di fuori dell'Unione Europea.

Classe '97, perugina doc. Dopo il liceo di Scienze Umane, la laurea triennale in Scienze Politiche, poi la magistrale in Scienze della Comunicazione. Dopo il master Social media management a Milano, ...