Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Gualdo Tadino, l'Oipa denuncia l'uomo che ha ucciso il gatto: "Inasprire le pene per questi atti"

gatto ucciso Radiografia del gatto ucciso a fucilate

"È incredibile la facilità con cui taluni possessori di armi da fuoco escano da casa con l'intenzione di sparare non appena percepiscono un pericolo nelle vicinanze". Sono le parole del presidente dell'Oipa, Massimo Comparotto, in merito alla brutta notizia di cronaca che sì è consumata a Gualdo Tadino. Un uomo ha impugnato il fucilo e ucciso un gatto che stava semplicemente camminando sul cemento fresco, rovinando la lavorazione. "Sabato scorso - continua il presidente Comparotto - abbiamo visto immagini di uomini che, imbracciati i fucili, andavano per le strade a caccia del leone fuggito da un circo a Ladispoli, per esempio, e ricordiamo che l'orsa Amarena è stata uccisa senza pietà da un uomo, reo confesso, solo perché si era avvicinata alla sua proprietà. È ora d'introdurre un inasprimento delle pene per i reati di cui sono vittime gli animali". L'organizzazione internazionale protezione animali (Oipa) depositerà nelle prossime ore una denuncia per uccisione di animale nei confronti dell'uomo che ha sparato con il fucile.