Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Foligno, coniugi strozzini con prestiti a tassi del 300% e inseguimenti in auto al debitore

usura furto soldi

Due coniugi, residenti nel folignate, denunciati per usura. Secondo le indagini della guardia di finanza, durate circa un anno e coordinate dalla procura della Repubblica di Spoleto, marito e moglie hanno prestato ingenti somme di denaro a un imprenditore, residente fuori regione, a tassi usurari oltre il 300%. Per la restituzione dei soldi, i coniugi hanno adottato tecniche estorsive violente con ripetute minacce di morte rivolte alla vittima e alla sua famiglia. In un episodio si sono spinti anche oltre, con un tentativo di speronamento dell'auto dell'usurato. L'uomo, in preda alla paura e bersaglio degli strozzini, trova la forza di denunciare tutto alle forze dell'ordine. Stando a quanto ricostruito dalle fiamme gialle, i due indagati grazie agli introiti provenienti da attività illegali hanno acquisito diversi beni immobili, fabbricati e terreni, nel comune di Foligno. Il Gip del Tribunale di Spoleto ha disposto la misura cautelare del sequestro preventivo, per equivalente, "delle disponibilità economiche e degli immobili di proprietà fino alla concorrenza della somma pari a circa 240mila euro corrispondenti al profitto del reato". La finanza ha proceduto con il sequestro delle somme disponibili sui conti correnti e di tre immobili, tra cui l'abitazione di residenza e un'altra ubicata nella periferia della città di Foligno.