Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Foligno, la prof Caprelli e la pensione come borsa di studio: Aurora e Zaira vincono i mille euro

borsa di studio Da sinistra: Zaira Feniello, la professoressa Patrizia Caprelli e Aurora Beddini

La professoressa Patrizia Caprelli, trasforma un mese della propria pensione in una borsa di studio per due studenti meritevoli dell'Istituto Tecnico Economico Aeronautico F. Scarpellini di Foligno. Sono Aurora Beddini Antonelli e Zaira Feniello, entrambe 19enni, ad aggiudicarsi il premio Sunshine scholarship. E' il secondo anno consecutivo che la ex lettrice di inglese dell'istituto organizza questa speciale iniziativa, finalizzata al sostegno dei neodiplomati capaci e meritevoli della scuola. Aurora e Zaira, diplomate con 100 e lode e 10 in inglese, hanno ricevuto dalle mani della docente l'assegno di 1000 euro. Aurora, al primo anno di Economia a Perugia, figlia di un operaio e di un'impiegata contabile ha spiegato di essere sempre stata "molto centrata su me stessa, focalizzata sui miei obiettivi, consapevole che nella vita non bisogna perdere tempo. Ho un sogno nel cassetto, vorrei aprire insieme a mio fratello maggiore una società di consulenza di servizi contabili e amministrativi. Trovo sciocco disperdere il denaro in futilità. Piuttosto lo metterò da parte per comprarmi, da qui a qualche tempo, un'auto che mi permetta maggiore libertà di movimento". Zaira, iscritta anche lei alla facoltà di Economia & Management dell'Università degli Studi di Perugia aggiunge: "Lo impiegherò per pagarmi un corso di inglese e conseguire la certificazione C1. Vorrei lavorare per una multinazionale, per un brand tipo Zara, impegnata in politiche di sostenibilità ed etica d'impresa". La professoressa Caprelli conclude: "Intervenire in favore dei giovani talentuosi consente lo sviluppo di una società più armoniosa ed equilibrata. Non credo di far niente di eccezionale. Ritengo che occorra fare ognuno la propria parte e puntare sui giovani, credere in loro. La beneficenza fa bene soprattutto a chi la fa".


Andrea Pescari dopo la laurea triennale al corso di Scienze della comunicazione dell'Università di Perugia, ha conseguito la magistrale in Comunicazione pubblica, digitale e d?impresa con una tesi su...