Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Opera lirica, ad Umbertide la musica torna protagonista

Chiesa San Francesco Chiesa di San Francesco Umbertide

Torna la grande lirica a Umbertide, dove risuoneranno le note e i cori della pucciniana "Suor Angelica". Torna quel bel canto che per oltre 30 anni era stata garantito ogni estate dal Festival di musica di Preggio, creato ed animato per decenni da don Francesco Bastianoni. Prima la pandemia e poi la morte di don Bastianoni parevano aver compromesso per sempre la possibilità di ascoltare ad Umbertide la lirica. Per fortuna la collaborazione ed un fraterno sodalizio tra il sacerdote preggese e monsignor Pietro Vispi avevano seminato frutti anche per il futuro. La collaborazione era nata negli ultimi anni del festival di Preggio: il primo era direttore d'orchestra, l'altro regista. Insieme in passato avevano portato in scena opere come "La cavalleria rusticana", "Le nozze di Figaro", "Tosca". "Suor Angelica", che verrà rappresentata sabato 25 novembre alle 21 nella chiesa di San Francesco, fa si che questa bella tradizione non scompaia, grazie al lavoro di due protagonisti della cultura umbertidese, monsignor Vispi, appunto in qualità di regista, ed il maestro Gianfranco Contadini, che hanno voluto riproporre l'opera pucciniana.