Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Barbiere abusivo, a Umbertide scoperto da polizia locale

Palazzo comunale Il palazzo comunale di Umbertide

Una vera e propria barbieria abusiva. Nessuna carta bollata in regola, nemmeno l'attestato per svolgere il lavoro di parrucchiere. A scoprire un giovane egiziano di 21 anni sono stati gli agenti della polizia locale di Umbertide all'interno di una barbieria in una zona centrale del capoluogo. Il ragazzo ha rilevato il salone da un altro connazionale, che aveva dichiarato cessata l'attività il 20 ottobre di quest'anno. Nel corso dei controlli amministrativi condotti dagli uomini della polizia locale nella giornata del 4 dicembre, è emerso che il ventunenne non ha presentato presso lo Sportello unico per le attività produttive e per l'edilizia (Suape) del Comune di Umbertide l'apposita Segnalazione certificata di inizio attività (Scia). Inoltre, il giovane non è stato in grado di documentare il possesso dei requisiti professionali per l'esercizio dell'attività di acconciatore. Per questo è stata emessa dal responsabile dell'ufficio Suape l'ordinanza di chiusura immediata del negozio in assenza di Scia e dei titoli richiesti per svolgere il lavoro di parrucchiere da parte del titolare.