Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Morte nel sonno, a Città di Castello si è spento l'avvocato Crocioni

Avvocato Giancarlo Crocioni L'avvocato Giancarlo Crocioni morto nel sonno

Un dramma ha accompagnato il risveglio della comunità della frazione di Lerchi di Città di Castello, mentre dormiva nel suo letto, senza dare alcun segno, si è spento improvvisamente Giancarlo Crocioni, avvocato, coniugato e padre di due figli in giovane età. Il sindaco Luca Secondi e la giunta comunale tifernate appresa la triste notizia esprimono profondo cordoglio per la scomparsa improvvisa dell'avvocato, stimato professionista, punto di riferimento di numerose iniziative e progetti anche sul versante sociale e sportivo. "Una terribile notizia che ci lascia senza parole: a fatica si riesce a trovarne per far sentire la vicinanza alla famiglia, alla comunità di Lerchi, a cui con orgoglio apparteneva e ne era infaticabile promotore di tante occasioni di valorizzazione del territorio, della storia e delle tradizioni della comunità locale. L'avvocato Giancarlo Crocioni ? precisa il sindaco nel messaggio di cordoglio ? era prima di tutto una persona perbene sempre pronto a dare il proprio contributo per il prossimo. La sua prematura scomparsa ci lascia attoniti e ci spinge a proseguire sul versante da lui tracciato nel modo di porsi con le persone, con il sorriso sulle labbra e la generosità verso gli altri". Al cordoglio di sindaco e giunta si unisce anche la presidente di Asp Muzi Betti, Annalisa Lelli dove lo stimato professionista collaborava da tempo: "una persona straordinaria sempre in prima linea nell'affrontare e risolvere problemi e situazioni di lavoro. Lo ricorderemo per sempre".