Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Città di Castello, torna la mostra internazionale del presepe. Oltre 200 esposizioni

presepe città di castello Il presepe dedicato alla cerca e cavatura del tartufo

Città presepe o la città del presepe è quanto offre la XXII edizione della Mostra internazionale di arte presepiale, in programma dal 2 dicembre al 7 gennaio a Città di Castello, che si conferma a pieno titolo come la patria dei presepi d'autore, laboratorio e vetrina delle migliori scuole nazionali del settore. Saranno circa 200 le opere in vetrina, in rappresentanza di 65 maestri artigiani e associazioni provenienti da tutta Italia e dall'estero, protagonisti assoluti della rassegna simbolo della natività in una sede unica, la suggestiva cripta della basilica cattedrale, 500 metri quadrati di storia plurisecolare che custodiscono i corpi dei patroni Florido e Amanzio, insieme alle reliquie di san Crescenziano (III sec.).
Storia e tradizione sotto l'albero di Natale impreziosite anche dalla presenza, accanto alla cattedrale, del suo campanile cilindrico, uno dei rari esempi di questo tipo di struttura, che lo rende particolare, caratteristico ed inconfondibile. La mostra, come detto, partirà sabato 2 dicembre e resterà aperta al pubblico fino a domenica 7 gennaio (giovedi, venerdi, sabato e domenica, festivi e prefestivi, dalle 9 alle 12,30 e dalle 15 alle 19,30, ingresso 4 euro, catalogo 2 euro) si è ritagliata a pieno titolo un ruolo di primissimo piano tra le manifestazioni più prestigiose e qualificate del settore. Una accanto all'altra saranno esposte le opere dei più grandi artisti presepisti Italiani provenienti da scuole rinomate come quella di Napoli, Bergamo, Palermo, Avellino oltre che dalla Toscana, Lazio ed ovviamente Umbria. Torneranno i presepisti di Cascia con l'Associazione Carbonari, novità assoluta sarà infine la presenza di un presepe dedicato alla cerca e cavatura del tartufo (dal 2021 patrimonio Unesco. La città presepe, anche in questa edizione, vedrà alla consueta prestigiosa location della cripta della basilica cattedrale nella centralissima piazza Gabriotti aggiungersi un suggestivo ed imperdibile tour presepiale cittadino.
"In questi due decenni la mostra internazionale di arte presepiale ci ha accompagnato nella transizione, approfondendo temi, diffondendo la passione per questo simbolo della devozione popolare, arricchendo il calendario cittadino di eventi, ricordandoci che alcune costruzioni dell'uomo resistono alle mode ed anzi rappresentano bussole di orientamento nella navigazione a vista di ognuno", hanno spiegato il presidente dell'Associazione presepistica Lucio Ciarabelli affiancato dal vice-presidente, Claudio Conti. Il pieno sostegno è stato assicurato dal sindaco Luca Secondi, assieme alle assessore Michela Botteghi e Letizia Guerri.