Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Città di Castello, bagarre Comune-Umbria Equo Solidale per Altrocioccolato. Si inserisce Guarducci

Altrocioccolato Foto Botta e risposta sulle tensostrutture di Altrocioccolato (foto d'archivio)

Dopo 10 anni Città di Castello non ospiterà Altrocioccolato. Ad annunciarlo l'associazione organizzatrice dell'evento Umbria Equo Solidale: "Per la prima volta esclusa la parentesi Covid non ci sono le condizioni per poter organizzare la manifestazione. Non sappiamo se si tratti di incapacità di programmazione o di volontà politica ma il Comune non è stato in grado di dare risposte riguardo alla presenza o meno delle tensostrutture che avrebbero dovuto ospitare oltre 50 stand. Dopo la scelta della Regione Umbria che ha deciso ormai anni fa di tagliare i fondi, giunge questo inatteso stop anche dal Comune di Città di Castello". La pronta risposta dell'amministrazione comunale non si è fatta attendere: "La proposta avrebbe previsto le stesse disponibilità economiche concesse negli anni precedenti. Si ricorda inoltre che i referenti della manifestazione sono stati sollecitati più volte al confronto e spesso sono stati assenti. La cattiva organizzazione è quindi da addebitare unicamente agli organizzatori". Interviene nel botta e risposta anche Eugenio Guarducci, patron di Eurochocolate, come rende noto il sindaco Luca Secondi in una lettera invita ai responsabili dell'associazione Umbria Equo Solidale: "La presente a seguito del contatto telefonico ufficiale intercorso con il presidente di Eurochocolate, Eugenio Guarducci, durante il quale il dottor, Guarducci ha manifestato la propria disponibilità a donare l'utilizzo gratuito delle tensostrutture all' associazione Umbria Equo Solidale al fine di permettere lo svolgimento della manifestazione Altrocioccolato 2023. Il presidente Guarducci ha chiesto formalmente al Comune di Città di Castello, attraverso la persona del sindaco di comunicare tale intendimento all' associazione Umbria Equo Solidale nel caso intenda realizzare tale manifestazione. Rinnovo, al contempo, la disponibilità dell'amministrazione comunale che rappresento a riconoscere le medesime condizioni economiche degli anni precedenti per lo svolgimento della manifestazione. Rimango in attesa di una vostra risposta nel caso vogliate accettare la disponibilità del presidente di Eurochocolate".

Gabriele Ripandelli, classe 1999, perugino. Laureato in Comunicazione pubblicitaria all'Università Stranieri di Perugia, impegnato nella magistrale all'ateneo Roma 3. Da sempre appassionato di giorna...