Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Città di Castello, anche Melasecche vuole salvare l'alberello della ferrovia: "Una bellissima idea"

Enrico Melasecche

E' una bella idea salvare il cedro dell'Himalaya spuntato sulla ferrovia a Città di Castello. Lo sostiene Enrico Melasecche, assessore regionale ai trasporti e ai lavori pubblici. "Apprendiamo - scrive - che, fra le migliaia di pioppi e ailanti che sono cresciuti a dismisura lungo tutta la Ferrovia Centrale Umbra da Terni a Ponte San Giovanni, unica tratta dell'intera dorsale dichiarata di interesse nazionale, ma inspiegabilmente lasciata in totale abbandono, così come quella da Città di Castello a Sansepolcro, c'è anche un piccolo cedro dell'Himalaya che alcune famiglie addobbano per Natale da alcuni anni cresciuto fra i binari nella tratta Nord da riattivare". Melasecche spiega che si tratta di una specie di pregio che crescendo opportunamente in ambiente favorevole "può assumere in pochi anni dimensioni anche colossali, a condizione che venga ripiantata in un parco a debita distanza da edifici, strade ed altri alberi, credo costituisca una bellissima idea quella di salvare quell'alberello. I lavori di deforestazione stanno proseguendo nella tratta Sud e successivamente interesseranno quella Nord per cui, è opportuno trapiantarlo proprio dopo il periodo di gennaio-febbraio, quello di riposo vegetativo, se vogliamo che abbia elevate possibilità di attecchire, e farlo prima che arrivino le squadre per il taglio della vegetazione. Parteciperei volentieri a questa piccola cerimonia, magari potendo dare informazioni precise del punto a cui sono giunte le procedure per la completa riattivazione dell'intera dorsale regionale. Si tratterà quindi di un Natale e di un Capodanno che tutti potremo piacevolmente ricordare negli anni a venire, quando il cedro potrà comunque essere addobbato nella sua nuova dimora. Parleremo con Rfi per avere tutte le eventuali autorizzazioni per l'intervento in un'area ferroviaria loro assegnata".