Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Assisi, fra Marco Moroni: "Finché alcune persone saranno considerate degli scarti, non ci sarà pace"

Fra Marco Moroni Fra Marco Moroni, custode del Sacro Convento

Ad Assisi durante la messa delle ore 17 nella chiesa inferiore della Basilica di San Francesco, caratterizzata dalla presenza di molti partecipanti alla Marcia della Pace, fra Marco Moroni, custode del Sacro Convento, ha tenuto l'omelia per la seconda domenica di Avvento. Commentando i testi della liturgia e, in particolare rifacendosi al testo della prima lettura del profeta Isaia (40,1-5.9-11), fra Marco ha individuato alcuni atteggiamenti che a livello personale, comunitario e globale, sono indispensabili per favorire la pace e la giustizia, realtà interconnesse e inseparabili. "Giustizia è assicurare che ogni fratello e sorella nel mondo ? ha sottolineato ? abbia il necessario per una vita dignitosa e sicura, che possa accedere alle risorse, alle cure, all'istruzione, alla possibilità di lavorare e di riceverne un salario equo per mantenere se stessi e la propria famiglia. Nel mondo odierno l'esistenza dei poveri non si può considerare una fatalità, ma è piuttosto una responsabilità di tutti. Finché vi saranno uomini e donne considerati degli scarti, rifiutati, non accolti, non vi sarà giustizia e sarà impossibile la pace. Finché prevarrà una visione meritocratica così come è coltivata oggi, continueranno ad essere condannati a perdere coloro che non sono stati messi in grado di venir fuori dalla miseria, dalla fame, dall'analfabetismo. Come comunità credente e come uomini e donne di buona volontà ? ha concluso ? non possiamo esimerci dal compito di umanizzare la terra e di garantire vita per tutti".